logo_openregio.png

header_statiche/header_statica.jpg

Viaggio dell'ANBSC. Conferenza di servizi presso la sede ANBSC di Palermo | Notizie

Documenti allegati


Descrizione dei 365 immobili in relazione ai quali gli Enti partecipanti alla Conferenza possono esprimere la manifestazione d'interesse all'acquisizione al patrimonio


Galleria fotografica



Galleria video


Non sono presenti video

Viaggio dell'ANBSC. Conferenza di servizi presso la sede ANBSC di Palermo

Pubblicato il 09/03/2017   


Oggi venerdì 10 marzo 2017 alle ore 10.00, presso la sede della ANBSC  di PALERMO, si è tenuta  la terza Conferenza dei Servizi organizzata da ANBSC in forma simultanea a mezzo piattaforma telematica. La Conferenza dei Servizi, realizzata nell' ambito del più complesso progetto “OPEN Re.G.I.O.”, ormai quasi totalmente definito, ha avuto luogo alla presenza del Direttore Umberto Postiglione, del Dott.Umberto  Massocco della Prefettura di Palermo , dei Rappresentanti degli Enti Territoriali, Comuni, Provincia e Regione e della Direzione Regionale dell’Agenzia del Demanio. I soggetti istituzionali convocati hanno espresso in conferenza e nell’ambito del procedimento di destinazione dei beni confiscati, manifestazione d’interesse all’acquisizione di 302 dei 365  immobili proposti, tutti ubicati nel territorio della provincia di Palermo il cui valore complessivo è pari a circa 23.900.000,00 di Euro. La conferenza di servizi si è svolta  secondo le disposizioni introdotte dal recente D. Lgs. n. 127/2016, entrato in vigore il 28 luglio u.s., che ha modificato le norme di cui agli artt. 14 e segg. della Legge n. 241/1990 in materia, innovando radicalmente la disciplina e inserendosi nella più ampia necessità di semplificazione dei processi amministrativi. Le Amministrazioni interessate hanno avuto accesso alla sezione “Conferenza di Servizi” del sistema “OPEN Re.G.I.O.” dove sono state messe a disposizione le informazioni e la documentazione riguardanti ogni singolo immobile, secondo quanto previsto dal succitato art. 14 bis co. 2 lett. a) della Legge n. 241/1990, come di recente modificato. Trattasi di uno strumento innovativo utilizzato al fine di consentire   un esame contestuale dei diversi interessi pubblici coinvolti, consentendo a ciascuno dei destinatari di esprimere in modalità sincrona ed immediata le manifestazioni d’interesse, secondo le effettive esigenze e priorità ed in totale sinergia tra tutte le istituzioni coinvolte. Acquisite in sede di Conferenza le manifestazioni d’interesse sui beni, di cui alla presentazione allegata, l’Agenzia Nazionale sottoporrà le proposte al proprio Consiglio Direttivo che, effettuata ogni verifica e valutazione di competenza, provvederà a deliberarne repentinamente la destinazione.